Il Blog di Priamo (182)

Lunedì, 04 Novembre 2013 09:54

Tempo parallelo

Mi sembrerebbe di fare torto a Paolo Gerbella, io che non ho velleità da critico musicale (ho i miei gusti), se mi limitassi a parlare del suo nuovo cd Tempo parallelo, senza dire qualcosa che so di lui: da scrittore talvolta mi permetto di parlare di libri muovendomi con minor apprensione, territorio del diavolo che mi è naturalmente più familiare, ma nell’ambito della musica mi affido alla competenza istintiva del mio orecchio e anche al cuore.
Dunque, date le circostanze, mi sembra necessario (proprio necessario) descrivere il nuovo lavoro di Gerbella, raffrontandolo a ciò che conosco della sua biografia, di cui si è nutrito Tempo Parallelo: la vita privata di Gerbella si intesse d’arte, così come può succedere alle piante che crescono in obbligata simbiosi.

Domenica, 03 Novembre 2013 18:17

Imperium

August Engelhardt è a bordo del Prinz Waldemar ed è in viaggio verso la Nuova Pomerania per acquistare della terra. Non sa ancora né quanta né dove, ma sa che vuole avviare una piantagione di noci di cocco. Vuole diventare “piantatore” e ha la convinzione di poter cambiare, grazie alla forza della sua grande idea, il mondo che gli appare ostile, stupido e raccapricciante.
“Dopo un processo di eliminazione che lo aveva indotto a ritenere impuri tutti gli altri alimenti, Engelhardt si era imbattuto nel frutto della palma da cocco. Non c’era altra possibilità; la Cocos nucifera, questa fu la conclusione cui Engelhardt giunse, era letteralmente la regina della creazione, il frutto dell’albero del mondo Yggdrasil.

Mercoledì, 30 Ottobre 2013 10:43

L'aria tiepida odora di pino

MariaEravamo tanto giovani! Le più giovani avevano sui sedici anni, le più vecchie sui venticinque-ventisei. Eravamo tutte entusiaste, lo facevamo perché sapevamo che era un nostro dovere, ci rendevamo conto di fare qualcosa di importante. E poi qualcuna di noi aveva il fidanzato in trincea, altre il marito, altre i fratelli. Lo si faceva per loro e per i compagni che soffrivano assieme a loro. C'era una grande solidarietà fra tutti noi.
...
In tutto eravamo centoquarantaquattro donne e ragazze addette al rifornimento del fronte. Solo noi potevamo portare il cibo e le munizioni lassù; gli uomini rimasti erano gli anziani e i malati, che cosa si poteva aspettare da loro? Solo noi, abituate da sempre alla fatica, potevamo caricarci sulle spalle le nostre gerle, per portarle lassù lungo quei piccoli sentieri dove passano solo le gambe.
...

Giovedì, 24 Ottobre 2013 21:41

O.G.M. in letteratura

Mi guardo sullo schermo che mi specchia, mi leggo, e non mi sono piaciuto. Qualcuno elabori un’altra scrittura, e la consumerò.
Confidenza d’Artista


Adesso dobbiamo guardare meglio, per sapere cosa e come leggiamo. Non dirò che c’è del male, o del veleno, dei rischi o delle pene. In un territorio di fatto senza leggi (eccetto il mercato) come si stabilirebbe mai una pena; e di base, e per scelta, la letteratura (l’arte) è il luogo primo della libertà.

L'Opera Omnia di Ellery Queen

Me ne stavo a vagare fra i tavolini all’aperto di un caffé a Delray Beach, riflettendo sulla vanità del genere umano, quando all’improvviso ti vedo questa enorme negra, vestita di porpora e arancio, che legge un minuscolo libriccino giallo. Ah, fossi nato pittore!
(Non dico Raffaello o Mantegna, anche un pittorucolo di seconda serie, un lituano minore del secolo scorso -  titolerei il quadro: “Cicciona nera con giallo.”)

Centro Culturale S. Antonio delle Fontanelle ~ Contrà Busa, 4 ~ 36062 Fontanelle di Conco ~ Tel: +39 0424 427098
e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. ~ admin ~ login ~ mappa del sito ~ privacy policy