Super User

Super User

Giovedì, 08 Ottobre 2015 09:08

Uno sguardo diretto sul volto delle cose

nwLa scrittura di Niall Williams è intensa, poetica e illuminante. Uno sguardo diretto sul volto delle cose che vede la bellezza anche nella deformazione più profonda e ci fa capire quanto il potere curativo della fantasia sia importante nella vita di ogni giorno.
Ruth Swain ha diciannove anni ed è costretta a passare le sue giornate a letto in una mansarda di una fattoria irlandese, sotto la pioggia, nel “posto che spetta all’io narrante, fra questo è l’altro mondo”.


Lunedì, 05 Ottobre 2015 09:23

Le colline del mio incontro con me

collLa stazione di Conegliano pullula di ragazzotti e a occhio e croce sono tra i più vecchi sulla pensilina.
Quello stesso binario due in cui, per alcuni anni, prendevo il treno per tornare a Venezia, quando abitavo qui in zona: erano i miei ultimi vent’anni, e da lì a poco, ai trenta, avrei cambiato zona.
Oggi, a distanza di anni, mentre il treno si allontanava, mentre la distanza mi consentiva di riprendere fiato, mi è parso di capire.
Nei due giorni di Libri in cantina, a Susegana, la mia condizione intrapsichica ha lavorato in silenzio, inviando segnali sordi, evocando pensieri e immagini sopite, risvegliando sensazioni.

Lunedì, 05 Ottobre 2015 08:46

Mattino



Pineta di Monte Pettino, provincia di L’Aquila, dal lato del sentiero che sale alla Madonnina.

Nella fiamma
del mattino
ti lavi alla fonte,
nuda come
la preistoria

Venerdì, 02 Ottobre 2015 08:37

Nel saccone di cartocci di granoturco



Godeluna
, contrada del comune di Enego, provincia di Vicenza, regione Veneto.

Al limitare della radura, prospiciente la valle, c’è un vecchio capanno.
Disteso su una stuoia di palma in mezzo ad abiti scartati, costumi inutilizzati e scarpe in disuso, giace Ibrahim con la sua copia di "Storia di Tönle".



San Menaio
, a circa 7 km a nord di Vico del Gargano, lungo la costa settentrionale del promontorio del Gargano, all'interno dell'omonimo Parco Nazionale.

Quante sfumature conosci tra il verde e l'azzurro?
Chiedilo ad un sentiero di pietra,
ai gradini strappati al declivio di una montagna.
Chiedilo al vento che intorbida il mare sulla sabbia.
Chiedilo ai cespugli profumati
che ti accompagnano a valle.

Lunedì, 28 Settembre 2015 07:50

Da una città strana

Campocroce fa parte del comune di Mogliano Veneto, in provincia di Treviso, regione Veneto.

Venivo da una città strana che mi apparteneva e mi respingeva: ma Bolzano era stata la mia città. Mi traferii in un luogo di campagna. Per dolorose traversie familiari arrivai nel Veneto quando avevo appena indossato i diciott’anni. A Campocroce non frequentavo ancora amici, conoscevo solo qualcuno che avevo incrociato in una breve vacanza. E il nome del luogo mi provocava una certa inquietudine scaramantica. In tale solitudine coatta, per me inusuale, impegnai un mese a smontare ossessivamente un vecchio carro e poi a recuperarne le ruote, a tingere il legno di rosso con la ferramenta nera. Le appesi come lampadari kitsch in un locale che avrebbe dovuto accogliere tanti amici per festini intriganti: lavoro sprecato. Pareva che qui tutta la vita non superasse per dimensione, non dico solo di quella metrica ma anche di quella intellettuale, l’altezza del grano o del mais, al massimo delle viti che erano robuste e pompate d’acqua per produrre tanta quantità. 

Giovedì, 24 Settembre 2015 10:11

Via del tabacco

IMG 5363Questi luoghi mi riportano indietro di decenni, quando da bambino e poi da ragazzo passavo ogni anno, più volte, per raggiungere il Trentino. Mia madre conduceva la 124 bianca con sicurezza e qui, poco dopo Bassano, poco prima della Valsugana, la strada si stringe tra le montagne aspre, nude, con irregolare perpendicolarità che, agli occhi bambini, potevi immaginare che ti guardavano e decidevano se schiacciarti o risparmiarti. Se c’era sole tutto andava bene; se pioveva, il grigiore e l’umido erano un tutt’uno con la Brenta, e immaginavo che qui potessero vivere solo persone dotate di nostalgie struggenti, capaci di convivere con orizzonti monchi, aventi calli nel cuore ad abituarli alla mancanza di entusiasmi.

Mercoledì, 23 Settembre 2015 17:13

Luoghi cari che riconducono a lieti ricordi



Via Altinate e Via dei Livello, Padova.

Padova, crocevia di personaggi illustri da Galileo Galilei a Giotto e Donatello. Città natale di Tito Livio e Andrea Palladio, luogo prescelto dal frate francescano Antonio - giunto da Lisbona per le sue predicazioni - e da innumerevoli altri, che gravitarono attorno alla severa e illustre università.
Sono due i luoghi cari che mi riconducono a lieti ricordi: Via Altinate e Via dei Livello.

Mercoledì, 23 Settembre 2015 08:40

Fino a Salgarèda

parise002Silvio Perrella con la sua scrittura piena di energia conoscitiva ha interrogato la vita di Goffredo Parise e ne ha tratto una splendida indagine critica o “saggio-romanzo” (come l’ha definito Raffaele La Capria) che per il modo con cui è stato costruito continua a rigenerarsi sotto gli occhi ammirati dei lettori.

È un piccolo libro costruito con grande sensibilità (abbandonandosi al testo, senza un’idea precisa) su cinque capitoli, cinque luoghi che sono stati parte della scrittura di Parise: Venezia, Milano, New York, Roma e, appunto, Salgarèda, Luoghi che, secondo Perrella, spiegano tutto l’universo di un Parise nomade, irrequieto, desideroso di costruirsi una casa, ma continuamente alla ricerca di altri luoghi.


Martedì, 22 Settembre 2015 16:32

Sul mare sardo



Nei pressi della basilica di San Gavino, San Proto e San Gianuario, Porto Torres, Sassari, Sardegna.

Nel calor bianco
dell’estate isolana:
nessuno.
Solo lei
lunga e bassa,
le due absidi
a prora e poppa.

Pagina 6 di 28

Centro Culturale S. Antonio delle Fontanelle ~ Contrà Busa, 4 ~ 36062 Fontanelle di Conco ~ Tel: +39 0424 427098
e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. ~ admin ~ login ~ mappa del sito ~ privacy policy