Lunedì, 07 Dicembre 2015 10:29

Diario di un insegnante ai Tropici (Thirteen)

Me ne sono andato a Red Reef, in spiaggia. Ho tirato fuori dal bagagliaio la mia seggiolina arancione a strisce viola, mi sono avviato su un sentiero costeggiante i campi da golf, ho proceduto sulla sabbia calda, ho spiegato la seggiolina arancione a strisce viola, mi ci son seduto, quasi inanimato. La luce del sole barbagliava sul mare. Il sole sull’acqua mi ricorda sempre la mia infanzia. È strano, perché non ho avuto un’infanzia sul mare. Forse è l’infanzia di qualcun altro. Il blu attraversato dai flash del sole tropicale, il cielo così luminosamente e intensamente azzurro solcato da nuvoloni bianchi e biancastri, simili ad enormi vacche allegre e giocose. Verso l’orizzonte l’azzurro impallidisce, sembra si scusi: una nave galleggia sulla linea di confine tra cielo e mare.

Alle mie spalle, la giungla di sea grapes, dalle foglie tonde venate di rosso, in mezzo alle quali spuntano palme ingiallite dal sole (il mare verde delle sea grapes è attraversabile grazie a una passatoia di legno sopraelevata, ove è gradevole passeggiare osservando, attraverso l’intrico di piante, in alto la spiaggia e la distesa possente dell’oceano, in basso la vita che si popola alle radici, scoiattoli stupiti e lucertole color smeraldo e gli enormi ragni-banana che filano le proprie mirabili tele fra i rami e i bordi della passatoia).
Lungo la spiaggia, che la pioggia notturna ha reso morbida e scura, le palafitte dei bagnini son disposte regolarmente ogni mezzo miglio a supervisione dei bagnanti e dei nuotatori troppo audaci. Difficile che la spiaggia sia affollata come può esserlo una spiaggia mediterranea: sparuti e separati fra loro segnano la sabbia gli ombrelloni dai colori sgargianti, gli asciugamani, le sdraio. Sulla battigia si rilassano piccoli uccelli grigi, in attesa che passino le sardine e si diradino gli umani. Che si fanno bruciare dal sole, e favoleggiano di altre vite a occhi chiusi, stesi sulla spiaggia con cappelli di paglia, inermi. Passa un piccolo aereo da turismo, i pellicani pascolano al largo, l’oceano non smette di rumoreggiare. Brucio, sulla mia seggiolina da spiaggia arancione a strisce viola.

Emanuele Pettener

Letto 1007 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Centro Culturale S. Antonio delle Fontanelle ~ Contrà Busa, 4 ~ 36062 Fontanelle di Conco ~ Tel: +39 0424 427098
e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. ~ admin ~ login ~ mappa del sito ~ privacy policy